Edizione speciale per il
Dove parlano gli esperti
Questo mese in
Rivista della NATO
Edizione speciale per il vertice NATO di Chicago
Questo numero rappresenta una “prima volta” sotto vari aspetti. È la prima volta che in questo secolo la NATO tiene un vertice in Nord America. È la prima volta che la Rivista della NATO produce una versione della rivista per i tablet, disponibile all’avvio del vertice. Ed è ancora la prima volta che il Presidente degli Stati Uniti ci rilascia un suo articolo, in cui possiamo trovare il suo punto di vista, come pure quello di altri importanti personaggi su ciò che Chicago potrebbe significare per il futuro della NATO e della sicurezza transatlantica.
A variety of content and formats are available in the Special Chicago Summit edition of NATO Review magazine.
Its first tablet edition is available on iPad and Android to allow you to read articles and watch videos anytime! A special print edition was prepared too. Download your own hard copy! Optimisation for several mobile devices was made to let you read our content on iPhones, Androids, BlackBerries and Windows Mobile. Enjoy NATO Review magazine in its various formats!
Prossimamente
Rivista della NATO
On the move?
Optimized for
Smartphone and PDA
NATO Review Tablet version
App Store Android Market
NATO Review Print version

Chicago: il posto giusto al momento giusto
Il Segretario generale della NATO, Anders Fogh Rasmussen, spiega perché egli ritenga non vi sia posto migliore di Chicago per celebrare il legame tra Nord America ed Europa.

Messaggio del Presidente Obama
Il Presidente USA Barack Obama riceve la NATO a Chicago, la sua città. In questo articolo spiega quanto l’Alleanza sia stata importante per la nostra comune sicurezza, libertà e prosperità negli ultimi 63 anni.

Realizzare il concetto
Il Comandante supremo alleato della NATO in Europa, ammiraglio James Stavridis, descrive come sono state poste in atto le idee del nuovo Concetto Strategico della NATO.

Un’istantanea dell’Afghanistan: come lo vedono gli esperti
Quattro importanti personaggi afgani ci danno il loro punto di vista sulle elezioni, sulle priorità, sui diritti delle donne e sulla lotta alla corruzione nel paese.

Il signor TransAtlantico
Ivo Daalder, ambasciatore USA presso la NATO, ha cambiato molti ruoli. Da europeo è diventato americano, da accademico è diventato un diplomatico – ed altro ancora. Ecco come tutto ciò lo ha aiutato nella NATO.

Il Segretario generale della NATO, Anders Fogh Rasmussen, spiega perché egli ritenga non vi sia posto migliore di Chicago per celebrare il legame tra Nord America ed Europa.
Il Presidente USA Barack Obama riceve la NATO a Chicago, la sua città. In questo articolo spiega quanto l’Alleanza sia stata importante per la nostra comune sicurezza, libertà e prosperità negli ultimi 63 anni.
Il Comandante supremo alleato della NATO in Europa, ammiraglio James Stavridis, descrive come sono state poste in atto le idee del nuovo Concetto Strategico della NATO.
Quattro importanti personaggi afgani ci danno il loro punto di vista sulle elezioni, sulle priorità, sui diritti delle donne e sulla lotta alla corruzione nel paese.
Ivo Daalder, ambasciatore USA presso la NATO, ha cambiato molti ruoli. Da europeo è diventato americano, da accademico è diventato un diplomatico – ed altro ancora. Ecco come tutto ciò lo ha aiutato nella NATO.
Stanislava Mladenova ha trascorso metà della sua vita in Europa, metà negli USA. Ella descrive il ruolo che la NATO ha avuto nel riavvicinare le due sponde.
Alexander Vershbow, Segretario generale delegato della NATO, ci racconta del suo ritorno alla NATO e di cosa ha appreso nei suoi viaggi.
La NATO venne creata con un trattato firmato a Washington nel 1949. Allorché la NATO ritorna negli USA 63 anni più tardi per il vertice di Chicago, la Rivista della NATO individua alcuni dei momenti fondamentali della comune storia dell’Alleanza e del suo principale membro.
Blogger, giornalisti ed esperti di comunicazione americani raccontano il loro tentativo di portare la NATO più vicina all’opinione pubblica USA.
Gli USA sono la patria dei social media. Facebook, Twitter, YouTube e molti altri vi sono nati. Potrebbero i social media rappresentare il mezzo per rendere la NATO più vicina al popolo americano? Abbiamo chiesto a numerosi esperti di comunicazione quali progressi, a loro avviso, siano stati fatti, e cosa occorra ancora fare.
La Rivista della NATO ha domandato al Governatore dello Stato dell’Illinois, Pat Quinn, quali siano stati i preparativi di Chicago per il vertice NATO del 2012, come venga percepita l’Alleanza in città e perché Chicago rappresenta la migliore cornice per il primo vertice della NATO di questo secolo nel Nord America.
Il Ministro della difesa ceco, Alexandr Vondra, commemora un grande politico d’Europa e della NATO, Václav Havel.
Diego A. Ruiz Palmer analizza il ventennio di operazioni NATO, iniziate nel 1992, e immagina come potranno essere nei prossimi 20 anni.
Il Ministro della difesa italiano, ammiraglio Giampaolo Di Paola, ci racconta del suo passaggio da un ruolo vitale in un’alleanza internazionale a quello di ministro in un governo nazionale.
Le novità?

Uno dei padri fondatori degli Stati Uniti, Samuel Adams, una volta disse: “Non possiamo stabilire gli eventi. A noi spetta correggerli con saggezza”.

La NATO arriva a Chicago nel 2012 con lo stesso proponimento.

Uno dei padri fondatori degli Stati Uniti, Samuel Adams, una volta disse: “Non possiamo stabilire gli eventi. A noi spetta correggerli con saggezza”.

La NATO arriva a Chicago nel 2012 con lo stesso proponimento.

Nel precedente vertice di Lisbona (2010), l’Alleanza aveva messo a punto una nuova dichiarazione sulla propria missione o “Concetto Strategico”. Meno di 6 mesi più tardi gli avvenimenti in Libia mettevano alla prova diversi aspetti di tale concetto più rapidamente e più duramente di quanto ci si potesse aspettare.

Ciononostante, migliaia di cittadini libici sono stati protetti grazie alla campagna della NATO nel 2011.

L’imprevedibilità della sicurezza è una costante. In un certo senso, il vertice di Chicago rappresenta un tentativo per far sì che la NATO sia sempre pronta a gestire tali sorprese.

Uno degli argomenti che sarà affrontato è l’Afghanistan – e come tenere la rotta, per quante volte se ne modifichi il programma di ritiro.

In questa edizione speciale per il vertice di Chicago, la Rivista della NATO ha raccolto le idee di alcuni dei principali protagonisti della sicurezza sui futuri sviluppi di questa.

Il Presidente Barack Obama descrive cosa significhi per lui portare la NATO nella sua città. Il Segretario Generale della NATO Rasmussen esplicita la sua visione di ciò che si potrebbe ottenere a Chicago e in seguito. Abbiamo ascoltato storie sulla gente come pure sulla politica. E messo in risalto le percezioni esistenti su entrambe le sponde dell’Atlantico. E il ruolo avuto dalla NATO nel determinare la vita della gente.

Infine, ricordiamo uno dei più degni e validi difensori della libertà e della democrazia in Europa: Václav Havel.

Il poeta oppresso, divenuto poi Presidente del suo paese di nuovo libero, viene ricordato da un suo collaboratore, l’attuale Ministro della difesa della Repubblica Ceca. Havel una volta disse: “Non dobbiamo dimenticare nessuno di coloro che in qualche modo hanno pagato per la nostra attuale libertà”. Un desiderio che, in sua memoria, possiamo onorare a Chicago.

Paul King, Editor

citazioni
Barack Obama
Senatore USA, 2006
Bollettino
Assicurati di non perdere nulla
"Se non siamo disposti a pagare un prezzo per i nostri valori, se non vogliamo fare dei sacrifici
per realizzarli, allora dovremmo chiederci se davvero crediamo in essi"
RIGUARDO ALLA RIVISTA
Go to
NATO A to Z
NATO Multimedia Library
NATO Channel
Condividi questo
Facebook
Facebook
Twitter
Twitter
Delicious
Delicious
Google Buzz
Google Buzz
diggIt
Digg It
RSS
RSS
You Tube
You Tube