Dove parlano gli esperti
 

Ayman al-Zawahri, numero 2 di Osama bin Laden, alla morte di costui ha preso in mano al-Qaeda. Nato nel 1951 in un’agiata famiglia del Cairo, era considerato da tempo la mente e l’organizzatore effettivo di al-Qaeda già prima della morte di bin Laden.

© Reuters TV

Se i gruppi terroristici si organizzassero: questo gruppo di Al-Shabaab mostra il pericolo costituito dagli stati in dissoluzione, dove i gruppi fondamentalisti non solo trovano un habitat in cui non devono confrontarsi con alcun potere legale, ma anche un luogo sicuro per le proprie basi di addestramento.

© Reuters Feisal Omar

“Se si pensa ai milioni di persone uccise dalle attività criminali, sono numeri che i terroristi possono solo sognarsi”. Misha Glenny, autore di “McMafia”, ci indica come le attività del crimine organizzato uccidano più del terrorismo, ma in modo meno spettacolare.

© Reuters photographer

Terrorismo endogeno, con effetto a sorpresa. A Londra, il 7 luglio 2005, 4 cittadini inglesi si fecero saltare in aria su degli autobus pubblici nel cuore della città. La loro era una protesta contro la politica inglese, ma finirono per uccidere gente di ogni razza, anche musulmani.

© Reuters STR New

Gli attacchi terroristici “in solitario” hanno assunto un nuovo scioccante aspetto nel 2011. Anders Behring Breivik ha attuato un attacco con bombe e armi da fuoco. I suoi bersagli erano sia giovani che anziani. E così ha incrinato il concetto che non vi sia terrorismo nei paesi stabili e pacifici.

© Reuters Fabrizio Bensch

Sul campo di battaglia, l’Afghanistan ha assistito alla nascita e al sanguinoso successo degli IED (ordigni esplosivi artigianali). I Talebani, sapendo di non poter mai vincere uno scontro simmetrico, hanno adottato una tattica indiscriminata. In Afghanistan, sono il maggior killer di cittadini afgani e di soldati stranieri.

© Reuters Yannis Behrakis

La minaccia del terrorismo può rivelarsi tanto potente quanto l’azione terroristica. Il leader nordcoreano Kim Jong-Il lo sa bene. Sviluppando armi nucleari, compiendo test nucleari e rilasciando bellicose dichiarazioni, usa la minaccia come arma di ricatto.

© Reuters RIA Novosti

Sapere è potere: il più famoso divulgatore di segreti nucleari è stato A. Q. Khan. La conoscenza che ha diffuso non ha costituito l’unica minaccia, perché ha reso nota la facilità con cui poter accedere a tale conoscenza, come pure l’esistenza di molti acquirenti.

Un attacco massiccio può essere ora a basso costo, rapido e difficile da prevenire. Gli attacchi cibernetici, come gli attacchi DDOS (Negazione del servizio) possono verificarsi anche attraverso inconsapevoli computer che sono stati infettati. Pur apparendo come dei semplici attacchi, possono avere degli effetti deleteri sulle istituzioni fondamentali.

La più antica minaccia per la sicurezza? La pirateria è tornata in auge nella prima decade di questo secolo. Mentre alla fine dello scorso secolo c’era stata un’importante riduzione della pirateria nello stretto di Malacca, in questo si è assistito ad una impennata quasi esponenziale di attività piratesche nell’area del Corno d’Africa.

© Reuters Ho New

Non si possono eliminare tutte le attività terroristiche. Ma si può rendere loro la vita difficile. L’operazione della NATO Active Endeavour negli ultimi 10 anni ha fatto sì che le acque del Mediterraneo fossero interdette ai terroristi.

© Reuters Christian Charisius

Il terrore può durare anche a lungo. In Libia, nel caso del colonnello Gheddafi, oltre 42 anni. Il suo regime non solo ha finanziato il terrorismo oltre frontiera, ma ha anche terrorizzato quotidianamente il popolo libico. Ciò è durato fino alla caduta del regime. Ma infine c’è stata la liberazione.

© Reuters Louafi Larbi

Ayman al-Zawahri, numero 2 di Osama bin Laden, alla morte di costui ha preso in mano al-Qaeda. Nato nel 1951 in un’agiata famiglia del Cairo, era considerato da tempo la mente e l’organizzatore effettivo di al-Qaeda già prima della morte di bin Laden.

© Reuters TV

Se i gruppi terroristici si organizzassero: questo gruppo di Al-Shabaab mostra il pericolo costituito dagli stati in dissoluzione, dove i gruppi fondamentalisti non solo trovano un habitat in cui non devono confrontarsi con alcun potere legale, ma anche un luogo sicuro per le proprie basi di addestramento.

© Reuters Feisal Omar

“Se si pensa ai milioni di persone uccise dalle attività criminali, sono numeri che i terroristi possono solo sognarsi”. Misha Glenny, autore di “McMafia”, ci indica come le attività del crimine organizzato uccidano più del terrorismo, ma in modo meno spettacolare.

© Reuters photographer

Terrorismo endogeno, con effetto a sorpresa. A Londra, il 7 luglio 2005, 4 cittadini inglesi si fecero saltare in aria su degli autobus pubblici nel cuore della città. La loro era una protesta contro la politica inglese, ma finirono per uccidere gente di ogni razza, anche musulmani.

© Reuters STR New

Gli attacchi terroristici “in solitario” hanno assunto un nuovo scioccante aspetto nel 2011. Anders Behring Breivik ha attuato un attacco con bombe e armi da fuoco. I suoi bersagli erano sia giovani che anziani. E così ha incrinato il concetto che non vi sia terrorismo nei paesi stabili e pacifici.

© Reuters Fabrizio Bensch

Sul campo di battaglia, l’Afghanistan ha assistito alla nascita e al sanguinoso successo degli IED (ordigni esplosivi artigianali). I Talebani, sapendo di non poter mai vincere uno scontro simmetrico, hanno adottato una tattica indiscriminata. In Afghanistan, sono il maggior killer di cittadini afgani e di soldati stranieri.

© Reuters Yannis Behrakis

La minaccia del terrorismo può rivelarsi tanto potente quanto l’azione terroristica. Il leader nordcoreano Kim Jong-Il lo sa bene. Sviluppando armi nucleari, compiendo test nucleari e rilasciando bellicose dichiarazioni, usa la minaccia come arma di ricatto.

© Reuters RIA Novosti

Sapere è potere: il più famoso divulgatore di segreti nucleari è stato A. Q. Khan. La conoscenza che ha diffuso non ha costituito l’unica minaccia, perché ha reso nota la facilità con cui poter accedere a tale conoscenza, come pure l’esistenza di molti acquirenti.

Un attacco massiccio può essere ora a basso costo, rapido e difficile da prevenire. Gli attacchi cibernetici, come gli attacchi DDOS (Negazione del servizio) possono verificarsi anche attraverso inconsapevoli computer che sono stati infettati. Pur apparendo come dei semplici attacchi, possono avere degli effetti deleteri sulle istituzioni fondamentali.

La più antica minaccia per la sicurezza? La pirateria è tornata in auge nella prima decade di questo secolo. Mentre alla fine dello scorso secolo c’era stata un’importante riduzione della pirateria nello stretto di Malacca, in questo si è assistito ad una impennata quasi esponenziale di attività piratesche nell’area del Corno d’Africa.

© Reuters Ho New

Non si possono eliminare tutte le attività terroristiche. Ma si può rendere loro la vita difficile. L’operazione della NATO Active Endeavour negli ultimi 10 anni ha fatto sì che le acque del Mediterraneo fossero interdette ai terroristi.

© Reuters Christian Charisius

Il terrore può durare anche a lungo. In Libia, nel caso del colonnello Gheddafi, oltre 42 anni. Il suo regime non solo ha finanziato il terrorismo oltre frontiera, ma ha anche terrorizzato quotidianamente il popolo libico. Ciò è durato fino alla caduta del regime. Ma infine c’è stata la liberazione.

© Reuters Louafi Larbi

citazioni
Dichiarazione dell'IRA, 13 ottobre 1984,
dopo l'attentato di Brighton contro Margaret Thatcher
Bollettino
Assicurati di non perdere nulla
“Oggi siamo stati sfortunati, ma ricordate che ci basta essere fortunati una sola volta.
Voi dovrete essere fortunati sempre”.
RIGUARDO ALLA RIVISTA
Condividi questo
Facebook
Facebook
Twitter
Twitter
Delicious
Delicious
Google Buzz
Google Buzz
diggIt
Digg It
RSS
RSS
You Tube
You Tube